venerdì 21 settembre 2018

Giochi cattivi - Intervista a Massimo Donati coll. Feltrinelli Editore

Buongiorno Amici dei Libri e buon venerdì!

Oggi vi porto un'intervista che ho avuto modo di fare, grazie a Feltrinelli Editore, a Massimo Donati, autore di "Giochi cattivi", uscito lo scorso aprile.


Un'amicizia tra due ragazzini, un incidente che li dividerà per sempre, un segreto che ne nasconde un altro: Donati ci porta in montagna, raccontandone il lato oscuro, tenebroso, inquieto.

"Donati è uno scrittore con un talento naturale, e Giochi cattivi è un romanzo letterario che tiene il lettore agganciato alla pagina e intanto lo spinge a esplorare le domande più profonde su infanzia, famiglia, vergogna e potere" - Michael Heyward, Text Publishing

Roberto e Mario sono in quell'età in cui non si è più bambini ma non si è ancora ragazzi. È l'estate del 1981 e loro giocano a diventare grandi, a Madonna della Neve, piccola frazione di Avio, in provincia di Rovereto. Dividono il mondo in bambini-bambini, i più disprezzabili, come Paolino, il fratello di Mario, e bambini-adulti, come loro; saggiano la reciproca resistenza al dolore colpendosi con bastoncini di legno; stanano le bambine che frequentano una colonia dando fuoco a qualche albero intorno alla struttura; scavano una buca per saggiare le proprie paure. La prova più grande? Tentare l'ascesa fino alle Colme, una passeggiata impegnativa e pericolosa anche per gli escursionisti più esperti.

giovedì 20 settembre 2018

Già so che sarà bello #2 - Invictus di Ryan Graudin, ed. Mondadori

Il passato non è così definitivo come sembra...


Faraway Gaius McCarthy è il figlio diciottenne di una viaggiatrice del tempo del 2354 d.C. e di un gladiatore dell’antica Roma. Nato fuori dal tempo, per le leggi della natura non dovrebbe nemmeno esistere. Il desiderio più grande del ragazzo è diventare, come la madre, un cronista del passato e viaggiare di epoca in epoca per osservare e “registrare” gli eventi storici. Dopo aver fallito inspiegabilmente l’esame per entrare nel programma governativo dei “cronisti”, Far viene contattato da un misterioso mercante che gli propone di mettere insieme una crew clandestina con la quale viaggiare nel tempo a bordo della navicella Invictus per rubare opere d’arte e manufatti del passato. Il ragazzo, pur di non rinunciare al suo sogno, accetta. Proprio durante uno di questi colpi, che ha luogo sul Titanic appena prima del suo affondamento, Far incontra Eliott, una misteriosa ragazza che trascinerà lui e la sua squadra in una missione pericolosissima. Una corsa contro il tempo per evitare che il mondo che conoscono e amano scompaia per sempre.

Chi è Ryan Graudin?

Laureatasi in Scrittura Creativa, è autrice di sei romanzi young adult. Vive vicino a Charleston con il marito e il loro cane lupo.

In libreria dal 18 settembre 2018,
19,00€ per 372 pagine.

#EsceOggi "Il tenore in bicicletta" di Massimo Piccaluga

UN’ORIGINALE STORIA DI FORMAZIONE, MUSICA E AMORE NELLA MILANO DEL PRIMO NOVECENTO

UNA FAVOLA PER ADULTI CON UN PROTAGONISTA MOLTO SPECIALE


Milano agli inizi del Novecento, palcoscenici e retropalchi teatrali ma anche le bettole e le case nobiliari. La terza classe di un piroscafo in rotta per l’America negli anni Quaranta e Cinquanta.

Nella Milano del primo Novecento, si svolgono le peripezie di un trovatello dallo strano nome, Lucevàn, così musicale e insolito. Egli ignora di essere nato dalla fuggevole avventura tra un famosissimo cantante lirico e una
servetta d’albergo, così come il suo azzimato papà ignora l’esistenza di quel figlio al quale tuttavia ha trasmesso un dono singolare, un impulso irrefrenabile a cantare, a eseguire brani operistici e melodie sconosciute che gli
si accendono dentro all’improvviso. Forse è la magia dell’arte, forse è l’amore di quella madre, morta apppena sedicenne, che non lo ha visto crescere ma che gli fa visita nei sogni. Dapprima adottato da una coppia di
mezzadri del Lodigiano, Lucevàn a dieci anni scappa di casa per sfuggire ai maltrattamenti dei fratellastri. Si ritroverà quindi in un vortice di eventi che lo trasporteranno nell’alta società milanese e nei peggiori bassifondi,
tra aristocratici melomani, ricche signore annoiate, ladri e donne di malaffare. Sullo sfondo degli anni convulsi di un’Italia travolta prima dalla guerra e poi dal fascismo, il giovane protagonista attraverserà con la sua
inseparabile bicicletta sofferenze, dolori e speranze, portando sempre con sé la gioia del suo canto che sgorga dal cuore, puro e istintivo come l’amore e la ricerca della felicità.

Chi è Massimo Piccaluga?

Nato a Milano, è giornalista professionista. Ha lavorato e collaborato ai maggiori quotidiani (tra cui il Giornale, La Voce, la Repubblica, Corriere della Sera) e ad altrettanti periodici che spesso è stato chiamato a tenere a battesimo (Crimen, Turismo d’affari, Qui Sicilia). Nel 2015 ha pubblicato il romanzo
Anyway (ExCogita Editore). Nel 2017 ha pubblicato la raccolta di racconti brevi Cose che non si fanno (Akea Edizioni).

In tutti gli store online dal 20 settembre 2018,
3,99€ per 230 pagine 

SOLO GIOVEDì 20 settembre: 0,99€

Già so che sarà bello #1 - "Nina sente" di Claudia de Lillo alias Elasti, ed. Mondadori

Un giallo? Sì, ma anche una commedia. E c’è anche una piccola grande donna
schierata contro la macchina del potere e del denaro.


Nina Forte per lavoro guida un’automobile, ma non è una tassista: è un’autista NCC che ha ereditato la licenza dal padre. È una driver sui generis: colta, arrabbiata, madre di un adolescente inquieto ed ex moglie di un marito irresponsabile. Ha ottenuto un contratto di collaborazione con
una banca sulla quale stanno mettendo le mani i cinesi lanciando un’offerta molto competitiva: e i clienti di Nina, quando salgono in macchina con lei, parlano, non temono di parlare, o forse non si preoccupano che lei ci sia, al volante e con le orecchie aperte. È ossessionata da un olfatto
eccezionale, dalla dizione perfetta, dalla giustizia. Fra una rivelazione e uno scandalo, capisce che l’alta dirigenza della banca si sta difendendo dai cinesi con mosse oscure, destinate a lasciare intatti gli equilibri interni di potere. Nel labirinto degli eventi che segnano le torbide trattative dell’istituto
bancario finisce l’indebitato Guido, amico storico di Nina, che viene trovato morto. Nina sente un odore che la perseguita e che fa da traccia, da indizio, da strada verso la soluzione del mistero. Nina Forte, intrepida driver, porta su di sé i segni del proprio tempo, delle proprie illusioni, delle
proprie ossessioni. E si affaccia dalla pagina, complice come una sorella, come una ambasciatrice delle nostre inquietudini. Un giallo? Può darsi, ma anche una commedia. Una brillante commedia sociale in cui si staglia una piccola grande donna schierata contro la macchina del potere e del danaro.

Chi è Claudia de Lillo (Elasti)?

CLAUDIA DE LILLO, nota anche con lo pseudonimo di Elasti, è una scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica italiana. È nata a Milano nel 1970. Autrice di un celebre blog, “Nonsolomamma”, ha scritto Nonsolomamma (TEA, 2008) e Nonsolodue, (TEA, 2010), Dire, fare, baciare: istruzioni per ragazze alla conquista del mondo (Feltrinelli, 2014) e Alla pari (Einaudi, 2016).

Il romanzo è in libreria dal 18 settembre 2018,
18,00€ per 360 pagine.

domenica 16 settembre 2018

Blogtour - Serie "Flawed" di Cecilia Ahern - Recensione "Il momento della scelta" (vol. 2)

Buonasera Amici dei Libri e buona domenica!

Per quanto non sia mia abitudine pubblicare post anche nel week-end, oggi vi porto la recensione del secondo volume di questa serie, che mi ha completamente sorpresa e intrattenuta come mai avrei creduto. Vi ricordo, anche per questa ultima tappa, che il progetto è stato organizzato da Beatrice di Io resto qui a leggere, in collaborazione con DeA Planeta.




Celestine è in fuga. Fino a poche settimane fa era una delle ragazze più in vista della città: aveva una famiglia che la amava, un fidanzato meraviglioso e un destino invidiabile. Ora la sua esistenza si è trasformata in un interminabile incubo. La sua vita dorata non esiste più. Celestine è finita in cima alla lista dei ricercati della Gilda. È il nemico Numero Uno. Lei infatti è l’unica a possedere le prove che potrebbero distruggere per sempre il sistema che stabilisce chi è perfetto e chi Fallato. Chi merita un futuro e chi no. Perfino il giudice Crevan, capo del tribunale che l’ha condannata, è al suo inseguimento. L’uomo crede di poter facilmente mettere alle strette una come Celestine, una ragazza che ha perso tutto: