giovedì 18 ottobre 2018

Un thriller nordico con i fiocchi: "L'amuleto" di Gert Nygårdshaug, ed. Sem Libri

Buon pomeriggio amici dei Libri e buon giovedì!

Nella mia vita, ultimamente, stanno accadendo un sacco di cose nuove, sia negative che positive, e tutto ciò mi ha portato a mancare dal blog per qualche giorno.
Oggi però torno più pimpante di prima a raccontarvi di una lettura che mi ha accompagnata in questo periodo, che ho potuto fare grazie a Sem Libri, casa editrice milanese che si sta facendo strada nel panorama italiano svolgendo un lavoro magistrale che, personalmente, ammiro molto. 


Fredric Drum, enologo e proprietario del ristorante più prestigioso di Oslo, è un esperto crittografo. Oltre ad avere la passione per la decifrazione dei geroglifici maya e della Lineare B, ama bere raffinati vini d’annata, solo o in compagnia, viaggiare e immaginare nuovi piatti per il menu del suo locale esclusivo. I giornalisti delle riviste scandalistiche gli hanno affibbiato il soprannome di Pellegrino, che lui detesta. La sua curiosità lo porta spesso a ficcarsi nei guai ed è terrorizzato dall’idea di mettere radici, così ogni sei mesi cambia pensione. È ancora innamorato di una bella ragazza francese, rimasta vittima insieme a lui di una tragica vicenda anni prima, e non riesce a dimenticarla. Anche per questo è felice di partire per la Rødalen, un’incantevole valle norvegese, dove vengono rinvenute due mummie di palude.

venerdì 12 ottobre 2018

Un nuovo amore: "Cercasi commessa al reparto omicidi" di Katherine Woodfine

Buon pomeriggio Amici dei Libri e buon venerdì!

Un'altra settimana è (con gioia) finita e siamo pronti per parlare di libri belli.
Anche questa volta devo ringraziare calorosamente la Casa Editrice che svolge un lavoro esemplare per quel che riguarda la letteratura di qualità.



«Un libro meraviglioso, un'eroina magnifica, un irresistibile richiamo all'avventura.» - Katherine Rundell

Londra, 1909. Dietro le scintillanti vetrine dei magazzini Sinclair si nasconde un mistero: qualcuno ha rubato un prezioso uccellino meccanico. La prima a essere sospettata dal direttore è Sophie Taylor, una ragazza appena assunta nel reparto moda. Determinati a risolvere il mistero, Sophie e i suoi amici Billy, Lil e Joe verranno coinvolti in una serie di intrighi che li porterà nei bassifondi di Londra dove, tra messaggi cifrati, spie e colpi di scena, scopriranno che il furto non è che la punta dell'iceberg. 

giovedì 11 ottobre 2018

Cercare l'originalità e trovarla: "L'artista della fuga" di Brad Meltzer, ed. Fazi Editore

Buon pomeriggio Amici dei Libri e buon giovedì!

Ieri non ci siamo sentiti qui sul blog ma oggi riparto con la giusta carica raccontandovi di un thriller che ho potuto leggere grazie alla preziosissima Fazi Editore, che ringrazio. 

Il suo corpo è stato trovato su un aeroplano misteriosamente precipitato dal cielo mentre lasciava una base militare segreta in Alaska. L'ufficiale comandante conferma: è morta. Anche il governo US conferma. Ma Jim "Zig" Zigarowski ha appena scoperto la verità: Nola è ancora viva. E sta fuggendo. Zig lavora alla base militare aeronautica di Dover, dove cerca di sistemare i corpi dei militari caduti nelle missioni segrete dell'esercito americano. Nola era un'amica della figlia di Zig, e una volta le aveva salvato la vita. Mentre scava nel suo passato, scopre che i problemi seguono Nola ovunque. Artista di guerra dell'esercito americano e soldato addestrato, durante la sua ultima missione Nola ha visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere, e che le ha fatto guadagnare un nemico: uno che farà di tutto per farla stare zitta.

martedì 9 ottobre 2018

La vita è uno sballo: "Io non smetto" di Giorgia Benusiglio ed. Piemme

Buonasera Amici dei Libri, come è stato questo vostro martedì?

Il mio pieno di cose da fare e anche di scocciature, devo dire, ma stasera sono qui più entusiasta che mai di raccontarvi di una delle esperienze di lettura più potenti che abbia mai fatto. Il mio grazie va a Edizioni Piemme per avermi permesso di leggere questa storia in anteprima.

Sospesi tra infanzia e maturità, ribelli, insicuri, incoscienti. E convinti di essere invincibili. Così si sentono gli adolescenti. Sono sempre attratti da nuove esperienze, e la droga promette di spezzare la noia e il conformismo e di amplificare il divertimento. Se ne prendi poca, non può farti male, si dicono. Anche Giorgia lo ha pensato quando, a 17 anni, ha assunto mezza pastiglia di ecstasy. Cosa poteva succedere per mezza pasticca? Qualche ora dopo, era all'ospedale in coma epatico e si è salvata solo grazie a un trapianto di fegato. A distanza di anni, la sua vita è appesa ai farmaci antirigetto e a continui controlli medici. Oggi Giorgia è una giovane donna viva e attivissima, e ha deciso di usare la sua esperienza per mettere in guardia i ragazzi dall'uso di droghe. Ne incontra migliaia ogni anno, 80.000, 90.000, in tutta Italia.

lunedì 8 ottobre 2018

Esordi potenti: "Napoli mon amour" di Alessio Forgione, ed. NN Editore

Buongiorno Amici dei Libri e buon inizio settimana!

Oggi parliamo di un romanzo che ho divorato in un giorno e che ho avuto l'opportunità di commentare ed approfondire con l'autore e l'editore, la scorsa settimana. Ringrazio calorosamente NN Editore per questa occasione meravigliosa. 

Amoresano vive a Napoli, ha trent’anni e non ha ancora trovato il suo posto nel mondo. Le sue giornate passano lente, tra la vita con i genitori, le partite
del Napoli, le serate con l’amico Russo e la ricerca di un lavoro. Dopo l’ennesimo, grottesco colloquio, decide di dare fondo ai suoi risparmi e di farla finita. Un giorno, però, incontra una bellissima ragazza e se ne innamora. Questo incontro riaccende i suoi desideri e le sue speranze: vivere, essere felice, scrivere. E incontrare Raffaele La Capria, il suo mito letterario. Ma l’amore disperde ancora più velocemente energie e risorse, facendo scivolare via, un centesimo dopo l’altro, i desideri ritrovati e le speranze di una vita diversa.
Alessio Forgione racconta una Napoli afosa e livida di pioggia, cinerea come la Hiroshima del film. E con una lingua incalzante, sonora, intessuta di tenerezza, firma il suo esordio, un romanzo di formazione lucido e a tratti febbrile, che ha il ritmo di una corsa tra le leggi agrodolci della vita e i chiaroscuri dell’innocenza.