mercoledì 1 novembre 2017

Recensione: "Il giro di vite" di Henry James

Buongiorno Amici dei Libri e buon giro di boa della settimana!

Oggi affrontiamo un tema non semplicissimo per me, parliamo di un classico.

Titolo: Il giro di vite
Autore: Henry James 
Editore: Feltrinelli
Data d’uscita: settembre, 2017
Collana: Universale Economica I Classici
Pagine: 208
Prezzo: 9,00€
Formato: Tascabile, brossura 
Traduttore: Luigi Lunari
Curatore: Luigi Lunari


“Quello che avete visto dalla sala da pranzo un attimo fa era l’effetto della mia paura”

Il libro venne pubblicato nel 1898, dapprima a puntate e solo in seguito in volume. Una giovane istitutrice viene chiamata per seguire due bimbi rimasti orfani e affidati alle cure di uno zio che, per diverse ragioni, non può occuparsi di loro. Questi assume la giovane donna a una sola condizione: di non contattarlo mai, qualsiasi cosa succeda ai ragazzi. Pertanto dovrà risolvere da sé ogni tipo di problema. Sempre! L’istitutrice fa quindi la conoscenza dei due ragazzi di ritorno dal college. Sono veramente intelligenti e adorabili. Lei si appassiona al lavoro e tutto sembra procedere per il meglio… sennonché cominciano ad apparire per la casa, sempre più sinistramente, due figure: un uomo con i baffi e una donna vestita a lutto… Un classico della letteratura gotica che ha ispirato decine di film e miniserie tv, opere liriche e teatrali, persino fumetti, qui tradotto dalla vibratile penna di Luigi Lunari.

Ho letto questa classica ghost story di fine ‘800 in occasione del periodo di Halloween e devo ammettere di non essere del tutto sicura di averlo compreso fino in fondo: inizialmente mi sono lasciata intimorire dallo stile di scrittura che, pur essendo innegabilmente meraviglioso, costruito egregiamente e ricco di insegnamenti, ho trovato quasi difficile per via del periodo in cui è stato scritto il romanzo; una volta entrata consapevolmente nel pieno della storia ho sentito meno questo “inciampo” ma senza mai abbandonarlo del tutto.

Il fatto che fosse preventivato che ogni lettore potesse avere una propria interpretazione del romanzo e delle vicende che vengono narrate mi ha sicuramente rinvigorita, lasciando totale spazio a quelle che sono state le mie sensazioni ed impressioni: tuttora non mi è del tutto chiaro, ad esempio, dove l’autore abbia voluto collocare “il male” presente in questo libro, se nei fantasmi che ci troviamo a conoscere nel corso della lettura, o nei bambini che, all’apparenza, sono vittime di essi.

In ogni caso lo spunto da cui James è partito per costruire la storia è senza dubbio geniale e percorre evidentemente i tempi, sviluppando un tema, o per meglio dire una paura, che oggi è più che mai attuale. A tratti mi è capitato di percepire un sottile senso di inquietudine pervadermi durante la lettura, cosa che non accade spesso essendo io abituata a leggere per passione molti romanzi a sfondo horror o, comunque, con tinte macabre.

In questo particolare periodo della mia vita da lettrice sto approfondendo sempre di più la mia conoscenza dei classici e James era un autore che non avevo mai affrontato, nemmeno durante le scuole. Sarei curiosa di affrontare anche il suo famosissimo “Ritratto di Signora”, per scoprire quale potrebbe essere la piega che prende la sua cifra stilistica trattando argomenti differenti da quello che ho letto in “Il giro di vite”.

Mi sento di consigliare questo libro a chi ha già una seppur vaga confidenza con lo stile di scrittura dei romanzi dell’800, e ama le storie di fantasmi in cui non sono utilizzati schemi a forte impatto per terrorizzare chi li legge, bensì una sottile lama di incertezza e inquietudine.


#permèsì

12 commenti:

  1. Sono interessatissima a leggere questo libro! 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo ancora decidere se mi è piaciuto o meno ahahaha

      Elimina
  2. Adoro adoro adoro!
    Sai che leggo ben volentieri i classici e sono una fan del romanzo gotico, quindi ho fatto benissimo a prendere spunto dalla tua lettura e acquistarlo! Poi ne parleremo <3

    RispondiElimina
  3. Non ho mai letto questo classico, ma mi hai incuriosita tantissimo! Direi che potrebbe fare per me (che sono super fifona) ♥

    RispondiElimina
  4. Non l'ho mai letto, ma mi piacerebbe tantissimo 😍 bellissima recensione, con le giuste riflessioni su trama e stile ❤ un bacione!

    RispondiElimina
  5. Un classico che merita di essere letto a quanto pare! Mi segno il titolo😏
    L'Angolo Dei Libri

    RispondiElimina