sabato 15 dicembre 2018

Doppio Libro Vs Film: "Il vizio della speranza" e "Macchine mortali"

Buongiorno Amici dei Libri e buon sabato!

Oggi vi racconto di due bellissime esperienze che ho vissuto grazie a Libri Mondadori, che ringrazio, durante le quali ho potuto fare una delle cose che amo di più al mondo: leggere un libro e vedere, subito dopo, il film che ne è stato tratto.



"Con "Il vizio della speranza" Edoardo De Angelis torna dietro alla macchina da presa dopo il successo di “Indivisibili” per proporre un racconto di dolore, emarginazione, disperazione, vite allo sbando. Al film fa da cornice una Castel Volturno che rappresenta a pieno il degrado di cui il regista vuol trattare, una terra di confine del quale viene mostrato il lato peggiore:

lunedì 10 dicembre 2018

"I segreti del regno di Babbo Natale": uno splendido viaggio nella fantasia di donne e uomini che sono stati bambini

Buon pomeriggio Amici dei Libri e buon lunedì!


Se iniziare la settimana è sempre molto faticoso, parlare di Natale fa sempre bene, per questo che oggi sia il giorno perfetto per raccontarvi di una lettura natalizia che ho avuto l'occasione di poter fare grazie a Sara del blog Il bello di esser letti, che ringrazio.

Acquistalo subito!
Babbo Natale ha finalmente deciso di svelare alcuni dei segreti più profondi del suo Regno. Questo mattacchione ha voluto farlo attraverso un percorso di racconti che accompagneranno per mano e per cuore lettori di tutte le età.

Magia, gratitudine, perdono, entusiasmo, tradizione, gli ingredienti che scandiranno ogni passo di questo meraviglioso cammino orientato verso la purezza. Per non parlare del momento in cui scoprirete che il Regno di Babbo Natale esiste davvero. Un luogo magico che si trova a Vetralla (VT) non lontano da Roma.

giovedì 6 dicembre 2018

Rainbow Book Club | "Cuore Oscuro" di Naomi Novik | Tappa 1, cap. 1-8

Buongiorno Amici dei Libri e buon giovedì!

La settimana, finalmente, è giunta al termine, poiché per fortuna potrò approfittare del ponte di Sant'Ambrocio che, qui a Milano, si festeggia il 7 dicembre, e si attacca all'8 dicembre, festa dell'Immacolata.

Prima di partire alla volta dei miei amati monti valdostani, però, vi lascio le mie riflessioni sui primi capitoli del libro che stiamo leggendo con il Rainbow Book Club, il gruppo di lettura che gestisco insieme alle mie belle colleghe blogger, su Facebook. Mi raccomando, se non sapete di cosa stia parlando, venite a dare un'occhiata!

Dentro il bosco aleggiava una canzone. Ma era una canzone selvaggia, che sussurrava follia, violenza e rabbia.

"Cuore oscuro ha tutto quello che amo in un romanzo"
Cassandra Clare

Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l'intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago.

mercoledì 5 dicembre 2018

La nuova regina del thirller è un avvocato penalista: "L'ultima volta che ti ho vista" di Alafair Burke, ed. Piemme

Buon pomeriggio Amici dei Libri e buon mercoledì!

Oggi torniamo a parlare dei miei amati thriller psicologici con uno dei nomi più in vista dell'ultimo periodo, l'autrice che ha scalato le vette delle classifiche dopo Paula Hawkins e che ha conquistato i lettori di tutto il mondo. Sono immensamente grata a Piemme per avermi permesso di leggere questo romanzo in anteprima.



Dall'autrice de La ragazza nel parco, un nuovo thriller psicologico in cui ogni certezza viene smontata, ogni verità capovolta, e ogni paura moltiplicata per mille.

«Un'autrice che continua a sorprendere» – Michael Connelly

"L'ultima volta che l'hai vista è stata dieci anni fa. E adesso è tornata."

Metropolitana di New York. Un video sgranato, girato col cellulare da un passante, mostra una donna che salva un ragazzo da una caduta fatale sui binari. Una notizia che fa gola ai giornali locali, perché la donna, subito dopo, scompare senza lasciare traccia.

sabato 1 dicembre 2018

Atmosfere gotiche e mistero: "Gli amici silenziosi" di Laura Purcell, ed. DeA Planeta Libri

Buongiorno Amici dei Libri e buon sabato!

E' bello sentirvi anche nel week end, soprattutto se sono qui per parlarvi di un libro bello, per la cui lettura ringrazio DeA e Mariagrazia del blog Il confine dei libri.


Trama: Inghilterra, 1865. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, la giovane e inquieta Elsie parte alla volta della tenuta del marito insieme alla zitellissima cugina di lui, Sarah. Ma in quell'angolo di campagna inglese remoto e inospitale, l'opportunità di trascorrere in pace il periodo del lutto diventa qualcosa di molto più simile a una prigionia: un esilio opprimente in attesa che l'amato fratello Jolyon giunga da Londra a salvare Elsie dall'isolamento e dalla noia. A distrarre lei e Sarah dalla cupa atmosfera in cui sono sprofondate, solo l'intrigante diario di un'antenata dei Bainbridge, Anna, vissuta e tragicamente morta più di duecento anni prima; e la stanza in cui giacciono ammassate decine di figure di legno dalle sembianze realistiche e straordinariamente inquietanti. Quegli "amici silenziosi" che Anna si procurò allo scopo di deliziare ospiti illustri, presto costretti a ripartire in circostanze mai del tutto chiarite.

Inizierei dicendovi che questo è proprio il mio genere di libro e che, quando ho letto la trama, non ho esitato un attimo nel propormi per questo review party! I presupposti che stanno alla base di questo romanzo sono il mistero, le atmosfere gotiche e inquietanti e le ambientazioni particolari di ogni sbalzo temporale. Non appena ho iniziato la lettura mi sono resa conto di trovarmi in un ospedale psichiatrico, dove una donna è stata rinchiusa in seguito ad un crimine da lei commesso...o almeno così tutti dicono.

L'investigazione prende subito piede, e l'autrice ci conduce attraverso i diversi avvenimenti partendo addirittura dalla seconda metà del 1800, presentandoci svariati personaggi che saranno coinvolti nella vicenda. Da questo momento gli eventi si susseguono, trascinandoci attraverso il tempo come se fossimo degli spettatori silenziosi, proprio come gli "Amici" di cui si parla nel romanzo.
Non ho riscontrato particolari buchi di trama e sono stata soddisfatta dall'inizio alla fine, sia dal punto di vista dell'intrattenimento che da quello delle risposte fornite. 

Lo stile di scrittura dell'autrice è piuttosto semplice e lineare, gestisce molto bene le descrizioni senza risultare eccessivamente pesante, nonostante io non le abbia trovate particolarmente dettagliate. Nel complesso sono riuscita a visualizzare i luoghi di cui si parla e a percepire le sensazioni provate dai personaggi, e questo per me è il miglior pregio di un romanzo, soprattutto quando si tratta di generi horror o mystery. 

Per quanto tutti noi sappiamo bene quanto "non si debba giudicare un libro dalla copertina", ci tengo a fare una piccola menzione speciale a quella in questione, poiché ritengo svolga alla perfezione il suo mestiere: accattivante, molto ricca e particolare, attrae l'attenzione quando ci si passa accanto in libreria, nonostante gli innumerevoli titoli posizionati intorno a lui. Un lavoro davvero ben realizzato.

Mi sento di consigliare questo romanzo ad un pubblico che desideri essere intrattenuto, passare qualche divertente ora in compagnia di Laura Purcell e dei suoi personaggi, e che desideri sentirsi coinvolto in un'inquietante investigazione carica di tensione e colpi di scena. Davvero molto divertente! Attendo con ansia l'uscita del seguito essendo questa, se ho ben capito, una serie in più volumi.